Viaggio a İstanbul, Consigli utili per organizzarlo

Viaggio a İstanbul, Consigli utili per organizzarlo


L’antica Costantinopoli è una delle mete più gettonate a livello turistico in Europa e ogni anno attira milioni di visitatori da ogni parte del mondo.

In questo articolo vi forniamo alcuni consigli utili per organizzare al meglio il viaggio a İstanbul, andando ad approfondire alcuni aspetti che una volta sul posto vi permetteranno di evitare inutili perdite di tempo.

VIAGGIO A İSTANBUL, CONSIGLI UTILI

 

Nota per la lettura: tutti i prezzi che trovate in questo articolo si riferiscono al mese di marzo 2019, quando il tasso di cambio medio tra Lira Turca ed Euro era di 6,30.

 

Piastrelle ceramica Harem Palazzo Topkapi Istanbul

Ceramiche nei cortili dell’Harem (Palazzo Topkapi)

 

QUANDO ANDARE A İSTANBUL

La città si sviluppa lungo quella lingua di terra situata tra il Mar Nero ed il Mare di Marmara. La vicinanza dei mari ne influenza ovviamente il meteo, che varia in base alla provenienza delle correnti.

İstanbul quindi è soggetta sia ad un clima mediterraneo sia ad uno continentale, con estati calde e afose ed inverni freddi e ricchi di precipitazioni piovose e nevose.

Un buon compromesso si può trovare nelle mezze stagioni, che sembrano quindi i periodi migliori per pianificare una vacanza a İstanbul.

Noi eravamo stati a fine marzo e fortunatamente avevamo trovato giornate soleggiate anche se piuttosto fredde, grazie al vento proveniente da nord-est. Le temperature minime infatti si aggiravano sui 3°C, mentre durante il giorno la temperatura massima raggiungeva i 14°C.

 

Moschea Beyazit Istanbul

Moschea del sultano Beyazit (Beyazit Camii)

 

COME ARRIVARE DAGLI AEROPORTI AL CENTRO CITTÀ

Con tutta probabilità il vostro viaggio a İstanbul inizierà in aeroporto. La città è servita da tre aerostazioni, l’Atatürk International Airport, il Sabiha Gökçen International Airport ed il nuovo İstanbul Airport, che sarà ultimato nel 2023 e diventerà l’aeroporto più grande del mondo.

La necessità di costruire un nuovo aeroporto si fece largo alcuni anni fa in quanto l’Atatürk ed il Sabiha Gökçen non erano più in grado di soddisfare la crescente richiesta di traffico aereo.

 

Biglietto della metro e del tram Istanbul

Biglietto della metro e del tram (ricaricabile)

 

Le autorità governative allora decisero di costruire un terzo aeroporto nella parte settentrionale della città, proprio sulle coste del Mar Nero.

Il primo lotto dei lavori è stato consegnato ed inaugurato nel mese di ottobre del 2018 e dal 6 aprile 2019, tutti i voli in arrivo e partenza dall’Atatürk sono stati trasferiti al nuovo scalo.

 

DAL NUOVO İSTANBUL AIRPORT

Sia lo scalo sia le infrastrutture del nuovo aeroporto sono ancora work in progress e quindi attualmente non c’è una linea della metropolitana che colleghi il terminal con il centro città.

Dato che avevo del tempo a disposizione prima di imbarcarmi per l’Italia, al banco informazioni turistiche dell’Atatürk avevo chiesto consigli sui transfer dal nuovo aeroporto.

 

Piazza Taksim a Istanbul

Piazza Taksim

 

Mi avevano suggerito di utilizzare il servizio bus offerto dalla compagnia Havaist . La fermata più vicina a Sultanahmet è quella di Yenikapi, mentre quella situata nelle vicinanze di Taksim Meydani si trova in via Abdülhak Hamit.

 

DAL SABIHA GÖKÇEN

Il Sabiha Gökçen è situato nella parte asiatica della città e dista ben 50 chilometri da piazza Taksim. Ci sono diverse opzioni per arrivare in città (bus pubblici e privati, treno, taxi e traghetto), però a causa dell’ubicazione e della distanza è più complicato rispetto all’Atatürk.

Per facilitare la scelta a voi più conveniente vi lascio il link della sezione Trasporti del sito web ufficiale dell’aeroporto.

 

DAL ATATÜRK INTERNATIONAL AIRPORT

Noi eravamo arrivati all’Atatürk che è situato a poco più di venti chilometri ad ovest del centro città, dove per centro intendiamo la zona convenzionale di Sultanahmet (dove si trovano la Basilica di Santa Sofia e la Moschea Blu).

 

Lustrascarpe a Istanbul

Lustrascarpe nei pressi del Gran Bazar

 

Come vi abbiamo accennato dal 6 aprile 2019 non è più l’hub cittadino per i voli di linea, ma ospita solo voli cargo, aero taxi, voli aziendali e voli diplomatici.

Arrivare in centro comunque è molto semplice. Dalla sala arrivi seguite le indicazioni Subway e scendete alla stazione della metropolitana. Prendete la linea M1 Rossa fino alla stazione di Zeytinburnu. Scendete e prendete la linea T1 Blu del tram in direzione Kabataş. Scendete alla fermata di Sultanahmet.

Il tragitto dura circa un’ora.

Se invece siete diretti in zona Taksim Meydani (nel quartiere di Beyoğlu), allora vi conviene prendere l’Havataş Airport Bus oppure in alternativa un taxi.

 

MEZZI PUBBLICI

Uno dei pochi problemi che abbiamo dovuto affrontare durante il nostro soggiorno a İstanbul, forse l’unico, è stata la procedura di emissione dei biglietti della metro e del tram.

 

Viaggio a Istanbul consigli utili

Macchinetta automatica biglietti metro e tram

 

I biglietti si fanno alle macchinette automatiche, il problema è che le istruzioni sono solo in turco. Niente paura comunque, chiedete in giro e troverete sempre qualcuno pronto a darvi una mano.

Il prezzo di una corsa era di 5,00 TL.

 

SICUREZZA

Il tema della sicurezza a İstanbul è sicuramente uno dei più sentiti. Ne abbiamo avuto riprova al nostro ritorno quando diversi conoscenti ci hanno chiesto informazioni in tal senso.

In tutta sincerità dobbiamo dirvi che non ci siamo mai sentiti in pericolo, neppure quando abbiamo camminato in zone poco frequentate dai turisti.

 

Interno Moschea Şehzade Mehmet a Istanbul

Interno della Moschea Şehzade Mehmet

 

Ovviamente questa è stata la nostra percezione, ma questo non significa che non ci siano pericoli che noi non avevamo colto o saputo cogliere.

Siccome l’argomento è molto soggettivo ed intimo, dopo esservi documentati vi consigliamo di prendere una decisione in base al vostro concetto di sicurezza e alle vostre priorità, soprattutto se viaggerete da soli.

I luoghi più sensibili (Sultanahmet, Gran Bazar, piazza Taksim, edifici religiosi) sono presidiati da forze armate e blindati. Inoltre per accedere a musei, bazar e luoghi di culto è necessario superare i metaldetector dei controlli di sicurezza.

 

VALUTA TURCA

Lira Turca – TRY (simbolo ₺  codice TL)

Suddivisa in 100 kuruş

Negli ultimi anni la Lira turca ha attraversato dei momenti di crisi durante i quali ha subito diverse svalutazioni nei confronti delle valute più forti, come il Dollaro statunitense e l’Euro.

 

Tappeti nel Gran Bazar Istanbul

Venditori di tappeti nel Gran Bazar

 

Il tasso di cambio oscilla anche durante la stessa giornata e nei giorni della nostra permanenza la quotazione aveva fluttuato tra i valori di 6,20 e 6,50 nei confronti dell’Euro.

Cambiare o prelevare soldi in città è molto semplice. Troverete facilmente sia sportelli ATM per i prelievi con Bancomat sia uffici di cambio valute. Questi ultimi solitamente applicano una commissione del 3% circa rispetto al cambio ufficiale ed il valore che viene esposto sui cartelli luminosi è al netto delle commissioni.

Quelli che offrono un tasso di cambio più favorevole li avevamo trovati nel Gran Bazar ed in İstiklal Caddesi, la lunga via pedonale che inizia in piazza Taksim e scende giù fino alla Torre di Galata.

 

Dolci Turkish delights Istanbul

Dolci e delizie (Turkish delights)

 

Ovviamente vi consiglio di cambiare il minimo indispensabile in aeroporto, dato che il tasso di conversione applicato è inferiore anche del 10% rispetto a quello reale.

Una curiosità. La Lira Turca non è solo la valuta della Turchia ma anche dell’autoproclamata Repubblica Turca di Cipro del Nord, stato riconosciuto appunto a livello internazionale solo dalla Turchia.

 

DOVE DORMIRE A İSTANBUL

Per far fronte alle numerose richieste di turisti, lavoratori e uomini d’affari, la città presenta un’ampia offerta di alloggi in grado di soddisfare tutte le esigenze dei visitatori.

Troverete quindi hotel di ogni standard, alberghi, ostelli della gioventù e appartamenti in case private.

Noi avevamo optato per quest’ultima soluzione e ci eravamo trovati abbastanza bene.

 

Basilica di Santa Sofia a Istanbul

La Basilica di Santa Sofia (Aya Sofya)

 

L’appartamento infatti era situato in posizione strategica rispetto ai principali punti di interesse della città e non lontano dalla fermata del tram di Çemberlitaş.

Tanto per farvi un esempio la Moschea Blu si trovava a soli 150 metri di distanza a piedi, la basilica di Santa Sofia a 650 metri, il Palazzo Topkapi a 900 metri, il Gran Bazar a 850 metri e il ponte di Galata ad appena un chilometro e mezzo.

Al seguente link trovate tutte le migliori offerte e le occasioni last minute per prenotare il vostro alloggio a İstanbul.

 

Disclosure: se prenoterete tramite il nostro link affiliato, Booking ci accrediterà una piccolissima commissione. Per voi non cambia nulla, noi invece riusciremo a sostenere le spese del blog. Grazie mille.

 

MUSEUM PASS İSTANBUL

Grazie alla sua storia millenaria İstanbul è una città presa letteralmente d’assalto dai turisti, e noi ne abbiamo avuto la riprova.

All’ingresso dei principali punti di interesse della città troverete facilmente delle code sia alle biglietterie sia successivamente ai controlli di sicurezza.

 

Moschea Blu a Istanbul

Moschea Blu (Sultanahmet Camii)

 

Per evitare inutili perdite di tempo vi consigliamo di presentarvi ai varchi di accesso all’orario di apertura (di solito alle ore 9.00), oppure di acquistare contestualmente al biglietto d’ingresso l’opzione salta code (fast track).

In alternativa, in base all’itinerario che avete pianificato a tavolino, potete valutare la convenienza del Museum Pass İstanbul.

Si tratta di una card nominativa che permette ai visitatori di entrare gratuitamente in dodici musei e di ottenere degli sconti in altre strutture ed enti convenzionati.

 

MUSEUM PASS İSTANBUL: DOVE SI COMPRA

La card ha una durata di 120 ore (cinque giorni) e costava 185 TL. Il pass si può acquistare online oppure alle biglietterie di alcuni musei.

 

Biblioteca Harem Palazzo Topkapi Istanbul

La biblioteca dei sultani nell’Harem (Palazzo Topkapi)

 

MUSEUM PASS İSTANBUL: COSA COMPRENDE

Qui di seguito trovate l’elenco di musei e palazzi accessibili gratuitamente per i possessori del Museum Pass:

Aya Sophia, Palazzo Topkapı e Harem, Aya İrini, Musei Archeologici di İstanbul, Museo di Arti Turche e Islamiche, Museo dei Mosaici del Gran Palazzo, Museo Kariye o Chiesa di Chora, Museo Galata Mevlevi, Museo Fethiye, Rumeli Hisari, Yildiz Sarayi e Museo di Storia della Scienza e della Tecnologia dell’Islam.

Tanto per farvi un esempio, se acquistati singolarmente i biglietti di Aya Sophia (60 TL), del Palazzo Topkapı (60 TL) più Harem (35 TL) e del Museo Kariye o Chiesa di Chora (45 TL) fanno un totale di 200 TL, il che giustifica già l’acquisto del museum pass.

 

COPERTURA SANITARIA

Il servizio sanitario nazionale italiano non ha una convenzione bilaterale con la Turchia (neanche per le prestazioni di Pronto Soccorso) e quindi prima di partire è consigliato stipulare un’assicurazione sanitaria privata.

 

Antico Ippodromo a Sultanahmet Istanbul

Lo spazio dove sorgeva l’antico Ippodromo

 

FUSO ORARIO TURCHIA

Quando a Roma sono le ore 12.00 a İstanbul sono le ore 14.00 (+2)

Quando in Italia è in vigore l’ora legale in Turchia l’ora è +1

Steve

Sono nato a Udine nel 1963 e vivo a Galleriano, un piccolo paese di campagna in provincia di Udine. Appassionato di geografia, ho viaggiato fin da piccolo grazie ai miei genitori.

You may also like

Chi siamo

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Un android developer a tempo perso, una polacca innamorata dell'Italia e un appassionato di geografia prestato all'informatica.

Fanpage

Follow Us

Segui In Viaggio con Ricky anche su

Instagram

Instagram
La graziosa cittadina fortificata di Stolac sorse come insediamento romano nel III secolo d.C. con il nome di Diluntum. ☆
Sorge a poche decine di chilometri da Međugorje e Počitelj in direzione sud est. Nell’abitato la vita scorre lenta come le acque del fiume Bregava che lo bagnano. La vita del paese ruota attorno alla piazza principale da poco restaurata. Sullo slargo si affacciano la bella moschea Čaršija, una chiesa ortodossa, dei bar e altri esercizi commerciali.
☆
Stolac però per noi ha significato anche altro. Per la prima volta da quando eravamo arrivati in Erzegovina infatti ci eravamo trovati di fronte alle ferite lasciate dalla guerra degli anni ’90. ☆
Link per l'articolo completo in bio
☆
#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #visitbosnia #visitbosniaandherzegovina #bosniaherzegovina🇧🇦
#bosniaherzegovina #bosniaandherzegovina #stolac
Počitelj è un piccolo villaggio fortezza situato pochi chilometri a sud di Blagaj che si affaccia sulla valle del fiume Narenta, in Erzegovina.
.
Le stradine a gradoni in acciottolato si attorcigliano tra le case con un percorso in sensibile pendenza. Le abitazioni in pietra sono circondate da arbusti e alberi da frutto, davanti ai portoni piante di glicine che emanano un forte profumo. La Moschea di Hadži Alijna del 1563 è stata completamente restaurata dopo i tragici fatti degli anni ’90 ed è sicuramente una delle cose più importanti da vedere nel villaggio, con i resti dell’antica fortezza (Utvrda) e la Torre Gavrakapetan (di pianta ottagonale).
.
.
Il link dell'articolo completo lo trovate in bio.
.
.
#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #hercegovina #bosniaherzegovina🇧🇦 #pocitelj #visitbosnia
#visitbosniaandherzegovina
Il piccolo villaggio di Blagaj in Erzegovina, situato a pochi chilometri da Mostar e Međugorje, si sviluppa lungo il fiume Buna ed è circondato da alture rocciose, con pochi arbusti e alberi di basso fusto.
.
.
Il luogo di maggior interesse di Blagaj è sicuramente la Tekija, un monastero derviscio in legno e muratura incastonato nella parete rocciosa in fondo al corso del fiume.
.
.
Nel primo commento trovate il link all'articolo pubblicato sul blog.
.
.
#erzegovina #bosniaandherzegovina #bosniaerzegovina #bosniaherzegovina🇧🇦 #bosniaherzegovina
#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel #instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #blagaj #blagajtekija
Tirana day #6 🇦🇱 Le ultime foto le dedico ad alcuni piatti tipici della cucina albanese:
1- Fërgesë me mish
2- Pilaf me pulë e stika pishe
3- Tavë kosi
4- Agnello al forno e insalata di stagione
#visitalbaniaa #GoYourOwnWay #albania🇦🇱 #albania #food #albaniafood #traditionalfood #cucinaalbanese
Tirana day #5 🇦🇱 C'è un profondo rapporto tra i libri e la capitale albanese. Ci sono dei deliziosi Book Caffè, ci sono delle rivendite improvvisate sui marciapiedi, si può leggere anche nei semplici bar.
@visitalbaniaa #bookstagram #book #bookcafe #bookshop #tiranalifestyle #tirana #visittirana #tiranacity #albaniatourism #albaniaturism #albania #visitalbania @eper7shme #visitalbaniaa #goyourownway #albania

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 25 altri iscritti

Next Event

Locandina ConVersando di Viaggi

ConVersando di Viaggi edizione 2019 (Udine)

Next Travel

Moschea Nasir al Molk Shiraz

Iran - settembre 2019 (© Wikipedia)

In Viaggio con Ricky è

FVG Ambassador

Friuli Venezia Giulia Social Ambassador