4 Free Tour di Lisbona in Italiano da non perdere

4 Free Tour di Lisbona in Italiano da non perdere


Grazie all’atmosfera che si respira e al senso di accoglienza della gente, Lisbona è una di quelle città in cui si ritorna sempre volentieri.

Ed è stato così anche questa volta.

Nonostante si sviluppi in ampiezza, Lisbona è una città vivibile e a misura d’uomo.

Va scoperta con calma passo dopo passo, facendo colazione in un bar con la gente del posto, andando a fare la spesa nelle vecchie botteghe artigianali, ammirando il tramonto da un belvedere.

 

Largo da Graça a Lisbona

Largo da Graça

 

Le visite secondo noi vanno raggruppate per singolo quartiere, ognuno diverso dall’altro per identità e peculiarità, dedicandogli possibilmente i tempi corretti.

Ci rendiamo conto però che in un viaggio questo non è sempre possibile, in quanto entrano in gioco fattori esterni e oggettivi, come il tempo a disposizione, il meteo e gli operativi dei voli.

In questo caso allora vi consigliamo di partecipare a dei Free Walking Tour, come facciamo spesso anche noi.

Si tratta di attività propedeutiche alla conoscenza di una città, che forniscono le nozioni necessarie a rendere l’esperienza più vera e autentica.

Le camminate sono gratuite, ma se al termine sarete comunque soddisfatti del servizio ricevuto, allora vi suggeriamo di lasciare una mancia alla guida come segno di apprezzamento.

Tutti i Free Tour di Lisbona che vi illustriamo in questo articolo si svolgono con guide abilitate che parlano in italiano, il tutto in accordo con delle agenzie locali.

 

1- Free Tour di Lisbona

Il punto di ritrovo del Free Tour di Lisbona è l’obelisco di Praça dos Restauradores.

La piazza ha forma rettangolare con i lati minori a semicerchio, ed è circondata da eleganti edifici, tra cui quello che ospita il Teatro Eden.

L’area pedonale è pavimentata con cubetti di porfido bianchi e neri, che formano bizzarre figure geometriche.

Tra strette stradine in pendenza solcate dai binari degli elevadores, si sale sulla collina di São Roque. Siamo nel Bairro Alto e qui si respira ancora il fascino della vecchia Lisbona.

Il Miradouro de São Pedro de Alcântara è un bellissimo belvedere naturale a due piani, costruito nel 1864 in stile francese.

È il luogo ideale per concedersi un momento di relax ed ammirare uno dei panorami più spettacolari sulla città.

Prima di ridiscendere la camminata prosegue nel vicino quartiere del Chiado, famoso per aver dato i natali allo scrittore Fernando Pessoa.

 

Praça do Rossio a Lisbona

Praça do Rossio

 

Praça do Rossio, ufficialmente Praça Dom Pedro IV, è uno slargo su cui si affacciano palazzi signorili, costruiti dopo i due terremoti che distrussero la città nel 1531 e nel 1755.

Questa è una delle zone più glamour, ricca di locali e boutique alla moda.

La piazza è circondata da piante di medio fusto ed è famosa per il Mar Negro, la caratteristica decorazione stradale a forma di onde.

Grazie al particolare effetto ottico, se camminate in senso longitudinale vi sembrerà di stare in mezzo al mare.

Nei pressi della piazza sorge l’elevador più famoso di Lisbona, quello di Santa Justa. Venne inaugurato nel 1902 su progettato dell’ingegnere Raul Mesnier du Ponsard, ed ha un’altezza di 45 metri.

Il tour termina in quella che noi consideriamo il salotto di Lisbona, Praça do Comércio, situata proprio di fronte al Tago.

 

La durata della camminata è di 2 ore e 45 minuti circa e avete a disposizione 1 solo slot orario.

 

2- Free Tour dei quartieri Baixa e Chiado

Il Free Tour dei quartieri di Baixa e Chiado ricalca a grandi linee il tour precedente, con qualche variazione.

Il punto di partenza è fissato in Praça do Rossio e dopo una breve passeggiata si giunge alla vicina chiesa di São Domingos.

Si tratta di uno degli edifici religiosi più belli e intimi di Lisbona. Venne edificata per la prima volta nel XIII secolo, ma successivamente una serie di eventi ne hanno modificato l’aspetto originale.

Sono ancora visibili all’interno i segni drammatici dell’incendio del 1959, che di fatto bloccò l’accesso all’edificio fino al 1994.

Secondo noi questa è una delle zone più suggestive della capitale lusitana. Per lo stile architettonico neoclassico dei palazzi, per i marciapiedi pavimentati con mattonelle in pietra, per l’atmosfera che si respira.

Agli angoli delle strade venditori di caldarroste e lustrascarpe.

 

L'altare della chiesa di São Domingos a Lisbona

L’altare della chiesa di São Domingos

 

In pochi minuti si giunge nella vasta Praça dos Restauradores, costruita per commemorare la liberazione del Portogallo dalla dominazione spagnola.

Il Teatro São Carlos fu inaugurato nel 1793 ed è l’unico teatro in Portogallo dedicato agli spettacoli di opera e di musica sinfonica.

Presenta delle forme architettoniche neoclassiche, di ispirazione settecentesca italiana e dal 1996 è diventato Monumento Nazionale.

La Baixa è sicuramente il quartiere più elegante della città, con le vie disposte a reticolo. È stato completamente ricostruito dopo il terremoto del 1755 per volere del Marchese de Pombal.

È ricco di palazzi nobiliari, bar, ristoranti e spazi pedonali che sfociano in Praça do Comércio, con vista sul fiume.

Tutti i turisti prima o poi giungono in questo ampio spiazzo, circondato su tre lati dai caratteristici palazzi aventi le facciate tinteggiate di giallo.

Il tour termina proprio qui, davanti all’Arco da Rua Augusta.

 

La durata della camminata è di 2 ore e mezza circa e avete a disposizione 3 slot orari tra cui scegliere.

 

3- Free Tour del quartiere di Alfama

Il Free Tour di Alfama si sviluppa in quello che viene considerato uno dei quartieri storici di Lisbona.

Stradine in acciottolato che si snodano in un continuo saliscendi, solcate dai binari del famoso Tram 28.

Le facciate delle costruzioni sono tinteggiate con colori pastello, alcune decorate con le caratteristiche piastrelle in maiolica conosciute con il nome di azulejos.

I balconi sono protetti dalle balaustre in ferro battuto, fuori dalle finestre vengono stesi i panni ad asciugare, come accade anche in alcune città italiane.

Questa è l’atmosfera che si respira ad Alfama.

Il punto di partenza della camminata è fissato davanti ad una delle dimore storiche più pittoreschi della città, Casa dos Bicos. Edificata all’inizio del XVI secolo, viene chiamata così perché gli elementi della facciata sono a forma di becco d’uccello.

 

Panorama di Lisbona dal miradouro di Santa Luzia

Panorama dal miradouro di Santa Luzia

 

Alfama è la culla del Fado, la massima espressione della musica popolare lusitana.

Come diceva Amália Rodrigues, l’interprete più famosa e conosciuta a livello internazionale, il Fado si sente, non si può comprendere e spiegare.

Se volete approfondire la conoscenza e la storia del Fado allora vi consiglio di partecipare al Free Tour del Fado.

La camminata invece ci porta al famoso miradouro di Santa Luzia, uno dei più romantici di Lisbona.

Il Castello di São Jorge è situato poco più su, sul colle più alto di Lisbona.

L’area è di forma quadrata ed in passato era completamente cinta da alte mura difensive, formando così una vera e propria cittadella.

Il tour termina nel vicino belvedere della Portas do Sol, un vero e proprio balcone naturale da cui gustare un aperitivo in compagnia.

 

La durata del tour è di 2 ore e mezza circa e c’è solo uno slot orario a disposizione.

 

4- Free Tour del quartiere di Belém

Il quartiere di Belém si sviluppa lungo il Tago, oltre il Ponte 25 de Abril.

Il Free Tour di Belém inizia e termina negli splendidi giardini Alfonso de Albuquerque.

Dopo una camminata di alcune centinaia di metri si raggiunge la Torre de Belém.

Si tratta di un gioiello architettonico multi stile (gotico, bizantino e manuelino), costruito nella seconda decade del Cinquecento per volere del re Giovanni II.

 

La Torre de Belém a Lisbona

La Torre de Belém

 

La tappa successiva ci porta davanti al Monastero dos Jerónimos, secondo noi il monumento più bello e affascinante di Lisbona.

Capolavoro in stile manuelino, venne costruito nel 1502 per volontà del re Manuel I e venne dedicato a San Geronimo, il protettore dei marinai.

Al suo interno ci sono la Chiesa di Santa Maria, dove è sepolto il grande esploratore Vasco da Gama, ed il Chiostro, l’attrazione principale dell’intero complesso monastico.

Dal 1983 fa parte del Patrimonio dell’Umanità sotto il patrocinio dell’Unesco.

Il quartiere di Belém è strettamente legato al periodo delle grandi scoperte, epoca che vide il Portogallo in prima linea grazie alle intuizioni dell’Infante Dom Henrique, meglio conosciuto come Enrico il Navigatore.

Il Padrão dos Descobrimentos è un monumento costruito sulla riva del Tago nel 1960 per celebrare i grandi esploratori portoghesi dell’epoca d’oro, tra il XV ed il XVI secolo.

Prima di tornare al punto di partenza si attraversa Praça do Império, uno slargo con giardini ben curati, ampi vialetti, fontane zampillanti, laghetti e statue in pietra.

 

La durata del tour è di 2 ore e mezza circa e c’è solo uno slot orario a disposizione.

 

Steve

Sono nato a Udine nel 1963 e vivo a Galleriano, un piccolo paese di campagna in provincia di Udine. Appassionato di geografia, ho viaggiato fin da piccolo grazie ai miei genitori.

You may also like

Chi siamo

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Un android developer a tempo perso, una polacca innamorata dell'Italia e un appassionato di geografia prestato all'informatica.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 65 altri iscritti

Follow Us

Segui In Viaggio con Ricky anche su

In Viaggio con Ricky è

FVG Ambassador

Friuli Venezia Giulia Social Ambassador