Itinerari FVG: Collio Goriziano il Sentiero delle Vigne Alte

Itinerari FVG: Collio Goriziano il Sentiero delle Vigne Alte


La striscia di terra che si estende tra i corsi del fiume Isonzo e del torrente Judrio e scorre lungo il confine con la Slovenia è denominata Collio Goriziano.

A livello ambientale è una delle zone che amiamo di più della nostra regione, il Friuli Venezia Giulia, e con l’area limitrofa dei Colli Orientali del Friuli è ideale per un’escursione all’aria aperta.

 

 

Vigne Castello di Spessa

Vigneti nei pressi del Castello di Spessa

 

Le sue dolci colline esposte a mezzogiorno e punteggiate da poderi, castelli, agriturismi e cantine trasmettono un senso di pace e tranquillità, tanto che l’ho definita la nostra piccola Val d’Orcia (vedi cosa vedere in Val d’Orcia).

Il Collio è famoso per i suoi vini D.O.C., sicuramente tra i più famosi del Friuli. Grazie al suo particolare microclima ed al terreno composto da marna e strati di arenaria ricche di sali e microelementi (detta ponca o ponka), si presta perfettamente alla coltivazione della vite.

Qui infatti si producono alcuni tra i migliori vini bianchi del mondo e corposi rossi, mentre negli ultimi anni sta avendo grande successo la Ribolla Gialla del Collio.

 

Mappa Collio Friuli

La cartina del Collio Goriziano

 

Oggi vi portiamo nella contrada di Russiz di Sotto, per farvi scoprire un sentiero che immergendosi nel bosco congiunge il Castello di Spessa con l’agriturismo La Subida, in comune di Cormons.

 

Panorama vigne Collio Goriziano

Panorama sui vigneti del Collio Goriziano

 

COLLIO GORIZIANO: IL SENTIERO DELLE VIGNE ALTE

L’escursione è consigliata agli amanti del turismo slow, food ed outdoor, è adatta anche a famiglie con bambini e la strada panoramica è accessibile a piedi, a cavallo e pure in mountain bike.

 

Sentiero Vigne Alte

L’inizio del sentiero delle Vigne Alte

 

Il periodo migliore per effettuarla è sicuramente la bella stagione ma noi vi consigliamo di venire qui anche in autunno, quando le tonalità cromatiche della natura danno il meglio di sé.

È godibile anche nelle belle e limpide giornate di sole invernale, noi infatti avevamo percorso il tracciato proprio a metà gennaio.

Il sentiero delle Vigne Alte ha inizio di fronte l’ingresso del Castello di Spessa ed è facilmente riconoscibile grazie a pannelli direzionali a forma di cerbiatto.

 

Inizio sentiero Vigne Alte

L’inizio del sentiero delle Vigne Alte

 

Dopo alcune centinaia di metri in dolce pendenza tra filari di viti ed i green del locale Spessa Golf Club, la stradina poderale si inerpica in maniera più accentuata sul dorsale della collina. In questo tratto del percorso vi consiglio di fermarvi spesso ed ammirare il paesaggio che si trova alle vostre spalle.

Giunti in cima al crinale, in uno slargo all’ombra della vegetazione, si trovano un tavolo e delle panchine che si prestano particolarmente ad una breve sosta e ad un picnic.

 

Collio Goriziano

Panorama sul Collio e sul Castello di Spessa

 

Da qui la strada si immerge in un bosco di castagni ed isolate betulle. Nel terreno fangoso dopo le precipitazioni erano ben visibili le impronte lasciate dalla fauna che popola la zona, mentre il ciglio del percorso era ricolmo di foglie secche e ricci di castagne. Anche in questo tratto di percorso è possibile godere di splendidi panorami che sia aprono sulla pianura friulana.

 

Sentiero Vigne Alte

Camminata lungo il sentiero delle Vigne Alte

 

Lungo il tragitto si incontrano due casali. Il primo, una casa diroccata e abbandonata, era la dimora di un certo Meni el zear, un uomo che si guadagnava da vivere intrecciando cesti in vimini (in friulano Meni significa Domenico e zear significa cestaio).

 

Casale Cjanal Russiz Sotto

Il Casale Cjanal lungo il sentiero delle Vigne Alte

 

Il secondo casale invece, anch’esso disabitato, è detto Cjanal. Vi consiglio di girare l’angolo della casa, sedervi sulla scarpata, ammirare una bellissima veduta sul Collio Goriziano e provare ad indovinare le cime delle Prealpi Giulie che vedrete sullo sfondo. Vi aiutiamo un po’ noi: Monte Matajur, Monte Nero, Monte Santo e Monte Sabotino.

 

Panorama Collio Goriziano

Panorama sul Collio Goriziano

 

Poco oltre inizia la discesa che lentamente conduce al podere La Subida. Qui potete concedervi una pausa di ristoro, gustando un bicchiere dei migliori vini D.O.C. del Friuli, prima di riprendere la via che vi riporterà al punto di partenza.

 

Collio Doc bianco

Al termine un buon bicchiere di Collio DOC bianco

 

INFORMAZIONI PRATICHE

Località: Russiz di Sotto (comune di Capriva del Friuli, GO). Dista 12 Km da Gorizia e 6 Km da Cormons.

Lunghezza: 3 chilometri (solo andata).

Tipologia del terreno: sentiero di bosco agevole, strade sterrate.

Partenza: di fronte l’ingresso del Castello di Spessa.

Arrivo: dietro il maneggio dell’osteria La Subida, uno dei migliori ristoranti del Collio (comune di Cormons, GO).

Ovviamente il percorso può essere fatto anche all’inverso partendo dal maneggio de La Subida.

 

Sentiero Vigne Alte bosco

Il sentiero delle Vigne Alte nel bosco

 

Articolo aggiornato il 12 marzo 2019

Photo credits: la foto della cartina è stata scaricata da Google Maps

Steve

Sono nato a Udine nel 1963 e vivo a Galleriano, un piccolo paese di campagna in provincia di Udine. Appassionato di geografia, ho viaggiato fin da piccolo grazie ai miei genitori.

You may also like

Chi siamo

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Un android developer a tempo perso, una polacca innamorata dell'Italia e un appassionato di geografia prestato all'informatica.

Fanpage

Follow Us

Segui In Viaggio con Ricky anche su

Instagram

Ricordi di viaggio.Uno dei souvenir che abitualmente portiamo a casa da un viaggio è il vino.. Oggi spaghetti alla bottarga di muggine con un ottimo Chardonnay di Chateau Purcari (Moldova)...#moldova #discovertheroutesoflife #purcari #vino #wine #winelover @guida_moldava @moldova.travel #beourguest
All'interno della cittadella fortificata di Berat, negli spazi occupati dell’ex Cattedrale Ortodossa dedicata alla Dormizione di Santa Maria, sorge dal 1986 il Museo Onufri. La cattedrale fu costruita nel 1797 sulle fondamenta di una chiesa più antica risalente al X secolo.L’edificio presenta un’architettura tardo bizantina con un’espressione artistica in stile barocco balcanico, come evidenziato dalla pregiata iconostasi a due livelli datata 1807. Nelle sale laterali invece sono esposte numerose icone (dal XIV al XX secolo) e oggetti liturgici...In bio il link all'articolo completo su Berat..#berat #berati #albania #albaniagoyourownway #albania🇦🇱 #albaniatourism #VisitAlbania #smilealbania😀🇦🇱
Sabato scorso siamo stati a fare shopping da #ATRIOVillach. In fase di ideazione del progetto si decise di mettere fin da subito il benessere delle persone al centro dell’esperienza, con l’eco-sostenibilità come valore di riferimento. È stato creato un ambiente piacevole illuminato anche dalla luce naturale proveniente da grandi vetrate. Gli arredamenti dei negozi sono stati realizzati con materiali ecocompatibili e sono dotati di soluzioni tecnologiche innovative..Il risultato finale è un mix con ampi spazi, comfort zone, fontane d’acqua, una biblioteca condivisa e aree ludiche per bambini, che rendono lo shopping un’esperienza piacevole e rilassante. Mentre i genitori si godono la giornata, i bimbi dai 3 ai 10 anni possono divertirsi e socializzare al parco giochi Lollipop, seguiti sempre da personale qualificato...@atrio_villachit#ShoppingSenzaConfini #villach #visitcarinthia #shopping
Udine, piazza XX Settembre @fvglive #fvglive #yallerfriuliveneziagiulia #yallersitalia #udine
Sabato scorso siamo stati a Villach in Austria 🇦🇹. Abbiamo visitato la città e poi ci siamo concessi un po' di shopping da @atrio_villachit . La struttura è stata costruita nel 2008 utilizzando materiali ecocompatibili e si avvale di un impianto energetico geotermico. Si basa sui principi della geotermia e sfrutta il calore naturale della terra grazie all’utilizzo dei pali trivellati che sostengono le fondamenta. Durante l’anno viene poi riutilizzato sia per scaldare l’ambiente durante i mesi invernali sia per climatizzare l’aria durante l’estate. In fase di ideazione del progetto si decise di mettere fin da subito il benessere delle persone al centro dell’esperienza, con l’eco-sostenibilità come valore di riferimento. È stato creato un ambiente piacevole illuminato anche dalla luce naturale proveniente da grandi vetrate. Gli arredamenti dei negozi sono stati realizzati con materiali ecocompatibili e sono dotati di soluzioni tecnologiche innovative. Il risultato finale è un mix con ampi spazi, zone di condivisione, fontane d’acqua e aree ludiche per bambini, che rendono lo shopping un’esperienza gradevole e rilassante. ...@atrio_villachit @atrio_villach #ShoppingSenzaConfini #atriovillach #carinzia #visitvillach #visitcarinthia
Poche centinaia di metri dopo l’inizio della salita che porta alla cittadella fortificata, in uno splendido edificio ottomano del XVIII secolo su due piani sorge dal 1979 il Museo Etnografico. Secondo noi è una delle cose più interessanti da vedere a Berat 🇦🇱 in Albania...In Bio il link all'articolo completo sul blog..#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #visitalbania #albaniagoyourownway #smilealbania😀🇦🇱 #berat #berati

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 30 altri iscritti

Next Event

Locandina ConVersando di Viaggi

ConVersando di Viaggi edizione 2019 (Udine)

Next Travel

Moschea Nasir al Molk Shiraz

Iran - settembre 2019 (© Wikipedia)

In Viaggio con Ricky è

FVG Ambassador

Friuli Venezia Giulia Social Ambassador