Brda Collio Sloveno: itinerario tra borghi, colline e poeti

Brda Collio Sloveno: itinerario tra borghi, colline e poeti


Quando vogliamo staccare la spina e trascorrere alcune ore in completo relax ci rifugiamo negli splendidi paesaggi del Brda (Goriška Brda) o Collio sloveno, tra borghi medioevali, colline, vigneti e poeti.

Il Brda è quell’area geografica collinare che scorre lungo il confine con l’Italia ed è delimitata dai corsi del fiume Isonzo e del suo affluente di destra, il torrente Judrio.

A dire il vero frequentiamo questi luoghi da una vita. Una volta abbinavamo la gita oltreconfine all’acquisto di carne e carburante a prezzi vantaggiosi, oggi invece veniamo fin qui per rigenerarci grazie alle bellezze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche del territorio.

 

Mappa Collio sloveno

La cartina del Brda Collio sloveno

 

Per chi vive in provincia di Udine come noi la via più semplice per raggiungere il Brda è il valico di confine di Vencò, piccola frazione del comune di Dolegna del Collio (GO). A livello informativo Vencò dista poco meno di trenta chilometri da Udine, mentre chi proviene dall’autostrada A4 – E70 può uscire a Palmanova e poi raggiungere comodamente il Brda in una ventina di chilometri.

Dicevamo valico di confine. Non fosse per un casinò di recente costruzione e per i cartelli segnaletici in lingua straniera non ci si rende nemmeno conto di essere arrivati in Slovenia, dato che il paesaggio è la naturale prosecuzione del Collio Goriziano.

 

vicoli Šmartno Collio sloveno

A passeggio per i vicoli di Šmartno

 

Quello che vi proponiamo è un itinerario di massima di alcune ore, ma il Brda si presta perfettamente a variazioni di programma in corso d’opera in base alle sensazioni del momento. Secondo noi la visita va vissuta on the road, con curiosità e spirito di libertà, fermandosi ai vari view point naturali situati lungo la strada e deviando spesso dalle arterie principali per perdersi in strette stradine di campagna.

L’escursione è consigliata agli amanti del turismo slow e food ed è adatta a tutti, anche a famiglie con bambini. Le stradine del Brda inoltre sono un paradiso per gli amanti della bicicletta e delle escursioni a piedi.

 

Casa abbandonata Šmartno Brda

Passeggiando per i vicoli di Šmartno

 

BRDA – COLLIO SLOVENO: ITINERARIO

Dobrovo

Dobrovo (Castel Dobra) è il paese più grande del Brda, è situato in cima ad un colle ed è facilmente riconoscibile da lontano per il profilo del suo castello. Arrivati in centro paese si incontra un’isola spartitraffico sulla quale è stata trapiantata una splendida pianta di ulivo. Noi vi consigliamo di svoltare a destra, prendere la strada che porta a Medana e dopo poche centinaia di metri incontrerete la sagoma del castello sulla vostra desta.

 

Castello Dobrovo Brda sloveno

Castello di Dobrovo, vista panoramica

 

Lasciata l’auto in uno degli ampi parcheggi si accede alla struttura grazie ad una porta ad arco ricavata nelle alte mura difensive. Il castello è stato costruito intorno al 1600 sulle fondamenta di un precedente maniero, ha la pianta quadrata ed una torre ad ogni angolo. La forma dell’edificio è di concezione rinascimentale e tutt’ora conserva perfettamente il suo aspetto esteriore originale.

È sicuramente uno dei più bei castelli del Goriziano ed i primi proprietari furono i conti Colloredo. Nel corso dei secoli il possedimento passò di mano diverse volte finché nel 1872, in seguito alle nozze del conte De Baguer con l’ultima discendente della famiglia Catterini, divenne proprietà di quest’ultimo.

 

Castello Dobrovo salone dei Cavalieri Brda

Castello di Dobrovo, salone dei Cavalieri

 

L’ingresso è a pagamento (costo del biglietto € 3,00). Al piano terra e nella cantina a grandi arcate si trovano un ristorante ed un’enoteca dove potete rifocillarvi e degustare vini di ottima qualità. Al primo piano desta particolare interesse il Salone dei Cavalieri con gli stemmi delle nobili famiglie che ne furono proprietarie.

Al secondo piano sono esposte un centinaio di opere del pittore di fama mondiale Zoran Mušič, realizzate a partire dal secondo dopoguerra. La mansarda infine ospita delle mostre temporanee e durante la nostra visita abbiamo ammirato le creazioni dai colori accesi del pittore Darko Lesjak.

Nella barchessa che dà sulla vallata sono esposti dei pannelli che illustrano i mestieri di una volta. Noi ci affacciamo ai grandi balconi ed ammiriamo un bellissimo paesaggio di terrazzamenti verdi, vigneti, prati ricoperti dai fiori gialli di tarassaco, peschi in fiore (rosa) ed i ciliegi prossimi a farlo.

Nelle alte mura infine, proprio di fianco al portone d’ingresso, trova spazio un fornito Ufficio informazioni turistiche Brda dove l’impiegata sarà in grado di fornirvi tutte le informazioni necessarie per organizzare e godervi al meglio la visita.

 

Campanile Medana Brda Slovenia

Il campanile di Medana

 

Medana

Dal monumento dedicato al famoso poeta Alojz Gradnik, situato sul retro del castello di Dobrovo, ha inizio il sentiero tematico dedicato agli alberi del Brda: il gelso, la vite, l’ulivo, il fico, il susino, il ciliegio ed il cipresso. Il cammino è lungo tre chilometri e si snoda nella campagna che congiunge Dobrovo con il villaggio di Medana, paese natio di Gradnik.

Nato nel 1882 da madre friulana e padre sloveno, è considerato dalla critica letteraria il più importante poeta sloveno della prima metà del Novecento. Medana, oltre a Gradnik, ha dato la casa natale anche ad un altro poeta, Ludvik Zorzut.

 

Cortile agriturismo Belica Medana

Cortile interno dell’agriturismo Belica a Medana

 

Prima di rientrare a Dobrovo vi consigliamo una sosta di ristoro presso l’agriturismo ristorante Belica, il punto di approdo sicuro delle nostre escursioni nel Brda. Se andrete in una bella giornata di sole prendete posto in uno dei tavoli all’aperto, godetevi il panorama e gustatevi un tagliere di deliziosi affettati e formaggi della casa accompagnati da un bicchiere di buon vino.

 

Vipolže

La nostra visita prosegue nel paesino di Vipolže (Vipulzano). Per raggiungerlo si entra in un toboga di stradine di campagna sulle quali si affacciano una dopo l’altra aziende vitivinicole, poderi e agriturismi. Appena fuori paese proprio sulla strada che riporta in Italia (verso Mossa) sorge Vila Vipolže, una bellissima villa rinascimentale del Cinquecento da poco restaurata nella quale vi consigliamo di fare una breve sosta.

 

Vila Vipolže Brda sloveno collio

La Vila Vipolže

 

In quella che è da tutti considerata la più bella villa rinascimentale del paese si possono organizzare eventi, concerti, riunioni e matrimoni. All’interno si trovano una cantina dove si possono gustare degli ottimi vini, un piccolo museo sulla storia della villa ed un bar con una terrazza esterna.

 

Šmartno

Secondo noi il borgo medioevale di Šmartno (San Martino di Quisca) è il paesino più affascinante della zona ed è stato perfettamente restaurato. Sorge sulla sommità di una collina ed è circondato da mura di cinta costruite (pare) all’epoca delle guerre tra gli Asburgo e la Serenissima all’inizio del XVI secolo.

 

Finestra fiori Šmartno Brda sloveno

A passeggio per i vicoli di Šmartno

 

Le case del centro sono state costruite in maniera concentrica intorno alla chiesa parrocchiale di San Martino (Župnijska cerkev Sv. Martina). Un torrione difensivo della fortezza funge oggi da torre campanaria della chiesa. Vi consigliamo di lasciare l’auto all’esterno delle mura e di concedervi una bella passeggiata a piedi per le stradine lastricate da lastroni di pietra naturale dalle forme irregolari. Alcune abitazioni sono disabitate, in altre invece c’è vita. Le fioraie riposte sui davanzali delle finestre sfoggiano le piante di stagione.

 

Collio sloveno

A passeggio per i vicoli di Šmartno

 

Ogni tanto buttate lo sguardo all’insù, ammirate le tavelle che formano decorazioni geometriche sotto le falde del tetto ed i caratteristici  ballatoi in legno (detti gank). Se volete concedervi una sosta vi consigliamo il localino del centro Hiša Marica.

 

Gonjače

Proseguiamo la nostra visita e ci portiamo nel limitrofo villaggio di Gonjače (Gugnazze). La nostra meta, cerchiata con la matita rossa sulla mappa, è il colle Mejnik, in cima al quale si trovano una torre panoramica ed un monumento ai caduti. Si arriva grazie ad una stradina in sensibile pendenza situata all’ingresso del paese, sulla sinistra provenendo da Šmartno.

 

Torre panoramica Gonjače Collio sloveno

La torre panoramica di Gonjače

 

Lasciata l’auto in uno slargo adibito a parcheggio, in pochi metri di camminata si raggiunge la torre. Costruita nel 1961, è alta 23 metri, ha una scala a chiocciola formata da 144 gradini ed è dotata di 4 pianerottoli dai quali è possibile godere di una bellissima vista panoramica a 360 gradi.

Nelle giornate di bel tempo oltre al Brda, alle Alpi Giulie ed alle Alpi Carniche lo sguardo può perdersi all’orizzonte fino al Golfo di Trieste. Adiacente la torre sorge il monumento in memoria delle vittime della seconda guerra mondiale sulla riva destra dell’Isonzo. È opera dello scultore Janez Boljka.

 

Kojsko

La nostra visita termina nel vicino borgo di Kojsko (Quisca). Ben visibile da lontano, sopra il paese si erge la chiesa di Sv. Križ na Taboru (Santa Croce). Il luogo sacro si raggiunge grazie ad una stradina molto ripida fiancheggiata dalle stazioni della Via Crucis, che noi vi consigliamo di percorrere a piedi.

 

Chiesa Santa Croce Kojsko Brda sloveno

La chiesa di Sv. Križ na Taboru a Kojsko

 

La chiesetta sorge su un’altura di 288 metri proprio sul luogo dove in passato sorgeva una fortificazione (Tabor), costruita nel XVI secolo con funzioni difensive durante il periodo delle incursioni degli ottomani. Dei quattro torrioni originali tre sono andati distrutti negli anni mentre l’unico rimasto intatto funge da campanile della chiesa. Appena fuori la cinta muraria trovate un belvedere dal quale è possibile ammirare in lontananza il santuario di Sveta Gora (Monte Santo), il monte Sabotino, il monte Nanos e la cittadina di Nova Gorica.

 

Fioraie Kojsko Brda sloveno

Fioraie a Kojsko

 

EVENTI NEL BRDA

Con un’offerta turistica così varia il Brda – Collio sloveno ospita durante l’anno numerosi eventi culturali, sportivi e turistici. In primavera segnaliamo la festa della Ribolla e dell’olio d’oliva, la giornata dedicata alle cantine aperte, la festa delle ciliegie e le nozze tradizionali di Brda. In novembre invece la tradizionale festa di San Martino.

Se volete continuare a scoprire gli splendidi paesaggi della Slovenia allora vi consigliamo una gita al Lago di Bled, al Lago di Bohinj, alla valle dell’Isonzo (Soči) oppure alla valle del Vipacco (Vipavska Dolina), tutti situati non lontano dal confine con il Friuli Venezia Giulia.

 

Articolo aggiornato il 21 luglio 2018.

Photo credits: la foto della mappa è stata scaricata da Google Maps

Steve

Sono nato a Udine nel 1963 e vivo a Galleriano, un piccolo paese di campagna in provincia di Udine. Appassionato di geografia, ho viaggiato fin da piccolo grazie ai miei genitori.

You may also like

  • Federico Aggio

    ciao stefano, un’info: ma il giro sei riuscito a farlo in un giorno? si riesce a farlo in bici MTB?
    grazie

    • Ciao Federico e grazie per avermi contattato. Il giro l’ho fatto tranquillamente in un giorno, i villaggi distano pochi chilometri l’un l’altro e si possono visitare anche in bici (un loop di una ventina di km partendo da Dobrovo). I dislivelli sono dolci e l’escursione secondo me è altamente consigliata agli amanti dell’outdoor (soprattutto bicicletta, ma anche trekking e camminate).

Chi siamo

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Riccardo, Elisabetta e Stefano

Un android developer a tempo perso, una polacca innamorata dell'Italia e un appassionato di geografia prestato all'informatica.

Fanpage

Follow Us

Segui In Viaggio con Ricky anche su

Instagram

Sabato scorso siamo stati a Villach in Austria 🇦🇹. Abbiamo visitato la città e poi ci siamo concessi un po' di shopping da @atrio_villachit . La struttura è stata costruita nel 2008 utilizzando materiali ecocompatibili e si avvale di un impianto energetico geotermico. Si basa sui principi della geotermia e sfrutta il calore naturale della terra grazie all’utilizzo dei pali trivellati che sostengono le fondamenta. Durante l’anno viene poi riutilizzato sia per scaldare l’ambiente durante i mesi invernali sia per climatizzare l’aria durante l’estate. In fase di ideazione del progetto si decise di mettere fin da subito il benessere delle persone al centro dell’esperienza, con l’eco-sostenibilità come valore di riferimento. È stato creato un ambiente piacevole illuminato anche dalla luce naturale proveniente da grandi vetrate. Gli arredamenti dei negozi sono stati realizzati con materiali ecocompatibili e sono dotati di soluzioni tecnologiche innovative. Il risultato finale è un mix con ampi spazi, zone di condivisione, fontane d’acqua e aree ludiche per bambini, che rendono lo shopping un’esperienza gradevole e rilassante. ...@atrio_villachit @atrio_villach #ShoppingSenzaConfini #atriovillach #carinzia #visitvillach #visitcarinthia
Poche centinaia di metri dopo l’inizio della salita che porta alla cittadella fortificata, in uno splendido edificio ottomano del XVIII secolo su due piani sorge dal 1979 il Museo Etnografico. Secondo noi è una delle cose più interessanti da vedere a Berat 🇦🇱 in Albania...In Bio il link all'articolo completo sul blog..#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #visitalbania #albaniagoyourownway #smilealbania😀🇦🇱 #berat #berati
L’antica cittadella fortificata Kalaja a Berat 🇦🇱 si raggiunge tramite una stradina lastricata in sensibile pendenza che ha inizio alcune decine di metri dopo la Moschea del Sultano. Vi consigliamo di andare alla scoperta di Kalaja senza una meta precisa, lasciandovi trasportare lungo il dedalo di vicoli in acciottolato. Dietro ad ogni angolo troverete un qualcosa di suggestivo e interessante. Posizionata in posizione defilata a strapiombo sulla rocca, sorge la chiesetta bizantina della Santa Trinità. Dovrebbe risalire al XIV secolo anche se le origini non sono certe...In bio il link completo all'articolo sul blog..#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #VisitAlbania #albaniagoyourownway #smilealbania😀🇦🇱 #berat#berati #albania
Superata Stolac si entra nel territorio della Republika Srpska di Bosnia Erzegovina. Trebinje, che sorge a soli 28 chilometri da Dubrovnik e quindi dal mare, è una città molto carina da visitare e gode di un clima invidiabile con 260 giorni di sole all’anno. È circondata da colline spoglie ricoperte solo negli strati più bassi da vegetazione di basso fusto. .La cittadella (Kaštel) si erge all’interno di alte mura ben conservate. Al suo interno ci sono un paio di moschee restaurate con orari di visita molto rigidi ed alcuni bar, dove gli anziani si radunano per socializzare e gustare un caffè..#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #bosniaherzegovina🇧🇦 #bosniaherzegovina #bosniaandherzegovina #bosniaerzegovina #visitbosnia #visitbosniaandherzegovina #trebinje
Instagram
La graziosa cittadina fortificata di Stolac sorse come insediamento romano nel III secolo d.C. con il nome di Diluntum. ☆Sorge a poche decine di chilometri da Međugorje e Počitelj in direzione sud est. Nell’abitato la vita scorre lenta come le acque del fiume Bregava che lo bagnano. La vita del paese ruota attorno alla piazza principale da poco restaurata. Sullo slargo si affacciano la bella moschea Čaršija, una chiesa ortodossa, dei bar e altri esercizi commerciali.☆Stolac però per noi ha significato anche altro. Per la prima volta da quando eravamo arrivati in Erzegovina infatti ci eravamo trovati di fronte alle ferite lasciate dalla guerra degli anni ’90. ☆Link per l'articolo completo in bio☆#travel #traveling #envywear #vacation #visiting #instatravel#instago #instagood #trip #holiday #photooftheday #fun #travelling #tourism #tourist #instapassport #instatraveling #mytravelgram #travelgram #travelingram #igtraveller #visitbosnia #visitbosniaandherzegovina #bosniaherzegovina🇧🇦#bosniaherzegovina #bosniaandherzegovina #stolac

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 27 altri iscritti

Next Event

Locandina ConVersando di Viaggi

ConVersando di Viaggi edizione 2019 (Udine)

Next Travel

Moschea Nasir al Molk Shiraz

Iran - settembre 2019 (© Wikipedia)

In Viaggio con Ricky è

FVG Ambassador

Friuli Venezia Giulia Social Ambassador